Padre Livio Passalacqua

30 ANNI DI AVVENTURA…

“Poiché non ho mai raccolto o conservato documentazioni, riuscirò a presentare il ricordo di un nonnino piuttosto che una vera e propria storia provata.” Così dice Padre Livio, il fondatore di quella che oggi è l’associazione L.E.D., Laboratorio di Educazione al Dialogo, durante la festa organizzata in suo onore per renderlo presidente onorario.

“Il LED sogna” continua a dire Padre Livio. Sogna dal 1978 di diffondere l’Approccio Centrato sulla Persona, di rendere possibile il sostegno psicologico e la terapia a persone con difficoltà economiche, di sostenere la formazione di facilitatori Rogersiani, di favorire la relazione centrata sul cliente anche nei campi della scuola, dell’educazione e della sanità, del sociale, della famiglia e del volontariato. Si occupa della formazione di operatori sociali e sanitari, volontari, insegnanti, psicologi, educatori, genitori, coppie, religiosi e operatori pastorali.

Nato da un gruppo informale di giovani, che ancora oggi sorridono al ricordo di quei primi incontri, volevano essere dei rivoluzionari, e nel loro piccolo lo sono stati. Hanno influenzato molti ambienti esterni come la “Lega Tumori”, che adesso utilizza l’Approccio Centrato sulla Persona per relazionarsi con il malato oncologico. Formalmente diventano un’associazione non profit nel 1999.

La meridiana, simbolo del LED

SINE SOLE SILEO

L’empatia è il sole che illumina la strada dell’incontro con l’altro

“Senza sole sono silente” è il motto del simbolo del L.E.D., la meridiana, che esprimere l’importanza della comprensione empatica. Senza di essa non vi può essere cambiamento positivo nella relazione d’aiuto. Il L.E.D. vuole, sin da principio nella sua storia, promuovere la crescita e la maturazione delle singole persone e dei gruppi e solo con una bonifica profonda dei rapporti interpersonali attraverso la partecipazione affettiva, l’abbandono dei ruoli stereotipati e la responsabilizzazione di tutti può farlo. Vedere il mondo attraverso gli occhi di un’altra persona, questo vuol dire comprensione empatica, questo è quello che Carl Rogers ha insegnato e quello che il Laboratorio di Educazione al Dialogo vuole insegnare.