Biodanza

“Sentire, provare, manifestare; entrare nel movimento che sviluppa all’infinito la spirale della vita: il vero sapere è il riconoscimento dei legami che uniscono l’essere vivente alla vita”

Alain Antille, prefazione al libro Biodanza di Rolando Toro Araneda

Biodanza non è un corso di danza fatto di passi precostituiti. Si propone un movimento corporeo espressivo facilitato dalla musica, senza passi da imparare.

Biodanza è entrare nei ritmi della musica, è liberare la propria creatività e leggerezza, è vivere la vita danzandola anzichè pensandola… è un incontro gioioso con gli altri, è possibilità di esprimersi senza giudizio, piacere di muoversi al ritmo di una musica che fa bene, attentamente selezionata.

Biodanza è sentire, sentirsi ed emozionarsi.

Obiettivi generali

  1. Espressione e rinforzo dell’identità
  2. Sviluppo della capacità di partecipazione, condivisione e collaborazione (integrazione del gruppo)
  3. Stimolare il riconoscimento delle proprie necessità
  4. Integrazione psicomotoria individuale: aumento dei livelli di vitalità grazie allo stimolo del sistema nervoso simpatico; aumento della capacità di rilassamento grazie agli stimoli del sistema nervoso parasimpatico. Sviluppo dell’espressività nel movimento lento e dissoluzione delle tensioni muscolari.
  5. Integrazione del movimento espressivo con l’emozione
  6. Sviluppo della capacità di feedback

Come si pratica

Con calzini antiscivolo o scalzi.

Tempi di svolgimento

Una volta in settimana, per 1 ora e mezza. Biodanza è un sistema progressivo che promette ottimi risultati se praticata con costanza e per lungo tempo.

Le lezioni di Biodanza si svolgono in gruppo e gli elementi che si utilizzano sono:

  • La danza, o meglio un movimento corporeo carico di espressività e spontaneità (non si insegnano passi di ballo e non è richiesta nessuna abilità motoria specifica)
  • La musica, stimolo che porta ad esprimere un’emozione integrata al movimento. Attraverso l’esperienza della musica e l’espressione corporea delle nostre emozioni, ci connettiamo con la capacità infinita della vita di creare, nutrire e sostenere la nostra salute. Ci prendiamo cura di noi stessi e degli altri, risvegliando la vita che è in noi. Ci sintonizziamo con la saggezza che la vita inscrive in ciascuno sperimentando pienezza e armonia profonda
  • La vivencia, cioè gli esercizi che permettono di vivere il momento con intensità e senza giudizio

Gli esercizi che si propongono per favorire queste funzioni sono ad esempio:

  • movimento di recupero del camminare fisiologico
  • movimento di rafforzamento del sinergismo (integrazione dell’emisfero destro e sinistro del cervello)
  • danze ritmiche e danze con variazioni ritmiche
  • danze di sincronizzazione e coordinazione ritmica a due o in gruppo
  • giochi di vitalità che hanno lo scopo di integrare il gruppo
  • danze creative
  •  movimenti lenti mirati a sciogliere le tensioni corporee
  • danze lente che stimolano il risveglio della sensibilità all’incontro con se   stessi e con gli altri
  • Data e ora

    Sperimentazione gratuita:

    Martedì 20 agosto 2024 

    ore 20.00-21.00

    presso i Giardini S. Chiara a Trento

    (Sport nel verde)

    Seguirà corso annuale :

    Tutti i Lunedì dalle 20.30 alle 22.30
    Dal 23 settembre 2024 fino a fine maggio 2025

  • sede corso

    il corso annuale si terrà presso

    Villa S Ignazio, via delle Laste 22 Trento

  • iscriviti

    led@vsi.it

FACILITATRICE

Cristina Pegoretti

Professional counselor e insegnante di Yoga Bioeneregetico, ha conosciuto la biodanza più di 20 anni fa e si è titolata formatrice nel 2018. Da allora divulga questo sistema per l’evoluzione ed il benessere umano, tenendosi continuamente aggiornata e aderendo a Biodanza Italia.